Un giorno a Cusco

Cusco, che in lingua quechua significa l’ombelico del mondo, rimane in cuore pulsante del Peru’ per una serie di motivi.

download (1)

Cusco infatti offre molto da scoprire sia nella citta’ di per se’, che nei suoi dintorni, facendo cosi’ da base per diverse escursioni giornaliere o di piu’ lunga durata. ( I dintorni di Cusco, clicca qui ) ( Inca Trial e Machu Picchu, clicca qui ).

Se il tempo e’ poco o avete voglia di dedicare piu’ tempo ai siti nei dintorni che alla cittadina stessa, ecco cosa vi consigliamo di non perdere a Cusco.

UNA GIORNO A CUSCO

Appena svegliati non potrete che recarvi al mercato di San Pedro

download (2)

nel centro cittadino, dove si puo’ entrare in contatto con la quotidianita’ peruviana ed entrare nei ritmi e abitudini del luogo. In questo mercato coperto vengono venduti in special modo generi alimentari come formaggi, frutta e verdura, ma viene anche utilizzato come luogo per rifocillarsi sia per la colazione che per il pranzo. Infatti un’area del mercato e’ occupata da piccole bancarelle che preparano frullati con diversi tipi di frutta, che probabilmente la maggior parte di noi non ha mai sentito nominare ( scopri la frutta esotica ed i suoi benefici, clica qui ), ne potrete trovare di salutari come quelli preparati con il maca , il noni

images

o la guanabana, o quelli molto gustosi preparati con la lucuma,

download (3)

chirimoya o la maracuya; un’altra parte del mercato e’ dedicata all’area pranzo dove vengono preparati piatti tipici del luogo, principalmente a base di carne, come il caldo de galina ( brodo di gallina ).

E’ d’obbligo poi una passeggiata nel fulcro  della citta’ tra Plaza des Armas,

download (4)

sulla quale si affaccia la cattedrale, la Compagnias de Jesus e la chiesa della Merced, risalente al XVI secolo, e la avenida del Sol, piena di negozi, traffico e strani dirigenti della viabilita’ vestiti con machere e abiti tipici. Non puo’ mancare poi  la visita dell’antico tempio del Sol abbattuto per edificare una chiesa, il convento di Santo Domingo. Tutte le ricchezze presenti in questo luogo, come oro, argento e pietre preziose furono rubate da Pizarro nel momento della conquista nel 1534, come purtroppo e’ successo con moltissimi altri siti Inca.

Subito alle spalle di Plaza des Armas sara’ interessante entrare nell’atmosfera di chi dedicava e dedica tutt’ora l’intera vita alla spiritualita’ grazie alla visita del convento di Santa Catalina

FotoSalaLabores

( non confondetelo con quello piu’ famoso e colorato di Arequipa ), ora in parte trasformato in museo. In questo monastero vivevano e vivono unicamente donne dedicandosi alla vita di clausura e preghiera con regole particolarmente rigide

FotoNoviciado

come vuole l’ordine domenicano. Su questo sito detto anche infatti casa delle giovani prescelte, si ergeva un tempo l’edificio che ospitava un tempo le vergini acclahuasi, giovani di famiglia nobile che dedicavano la loro vita al re sole durante l’impero Inca. Le riflessioni a riguardo del consumismo, della superficialita’ e dei ritmi della societa’ moderna verranno spontanei dopo la visita di questo luogo, che vi permettera’ con molta facilita’ di immedesimarvi nella semplice vita di queste donne che scorre senza l’utilizzo di apparati tecnologici che sono ormai entrati nella quotidianita’ come televisione, computer e cellulare. L’isolamento nei confronti della vita sociale, la distanza dalle tentazioni e dai desideri e la dedizione completa al fine di un elevazione spirituale sono la base di ogni giornata nel monastero, dove il tempo scorre lento nella ripetitivita’ dei semplici gesti quotidiani.

Dopo una passeggiata nella particolare Calle Loreto sara’ il momento di tuffarsi nel tempio della delizia, in contrasto con la vita di clausura del monastero di Santa Catalina,  fermandosi al Museo del Cioccolato,

download (5)

dove e’ possibile apprendere da dove proviene e quali sono i processi per produrlo oltre che poter partecipare a corsi di cucina secondo metodi antichi e ovviamente avere la possibilita’ di assaggiarlo. ( come nasce e perche’ ci piace cosi’ tanto:  pro e contro del cioccolato, per saperne di piu’ clicca qui ). In altri mercati della citta’ sara’ possibile trovare cacao 100% e altre specialita’ prodotte con questo frutto.

Per sgranchirsi un po’ le gambe nella Cusco bene sara’ interessante una passeggiata tra le vie del quartiere di San Blas,

U6RjeLJ29E4gS6Bg

una volta abitato dalla nobilta’ ed ora il quartiere piu’ in della citta’ grazie alle sue stradine lastricate, le case tutte dipinte di bianco e blu e i tanti negozietti e bar alternativi.

Un’ultima escursione della giornata vi portera’ a Sacsayhuaman,

download

antiche rovine Inca che si trovano sulla collina che domina Cusco e che riescono a stupire ogni turista per la perfezione e precisione presente nei resti di questo edificio dalla funzione sconosciuta. Il periodo migliore per visitare questo sito e’ il 24 giugno, in occasione dell’Inti Rayni, una festa folcloristica che celebra il dio sole.

Se il tempo avanza prima di un buon cheviche o del lomo saltado ( entrambi anche reperibili nella versione vegana )

download (1)

e si e’ appassionati della cultura Inca non dovra’ mancare la visita del Museo Inca e di quello dell’arte sacra.

Continua a visitare il nostro blog ogni settimana e troverai dei nuovi approfondimenti. Il prossimo post sara’ dedicato ai frutti che abbiamo scoperto in Peru’ e alle loro proprieta’.

 

 

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...