Agricoltura: quali sono i metodi utilizzati per coltivare?

Le metodologie utilizzate per coltivare vegetali, alberi da frutta e erbe sono svariate. Vediamo assieme quali sono e nel tempo avremo modo di approfondirne una alla volta.

– agricoltura usuale chimica: uso senza alcun controllo di fertilizzanti, diserbanti e pesticidi…. un agronomo quando è venuto a fare il controllo annuale nell’azienda di famiglia per il collegamento con il marchio del biologico, ha raccontato che in un’azienda in via di conversione – che richiede tre anni- il titolare gli raccontava che quando faceva la coltivazione chimica certe volte metteva tre o quattro volte tanto i prodotti chimici di quanto consigliato, pur di avere un buon raccolto sicuro… tutto veleno che poi, senza sapere, la gente si ritrova in tavola…

– agricoltura a lotta integrata: viene usato il chimico a tutti i livelli, ma con moderazione e con sistemi il meno possibile invasivi e nocivi

– agricoltura non-chimica: non si spargono prodotti velenosi ma la terra viene in ogni caso sfruttata e viene lavorata con grossi macchinari, si fa uso delle serre

agricoltura biologica: si pensa alla terra come un organismo vivente, non si usano prodotti chimici, non si sfrutta, si cerca di rispettare la biodiversità, si cerca di lavorare meno possibile la terra per non far morire la vita che c’è all’interno (bios) e perciò di non portare la terra verso la desertificazione

– agricoltura biodinamica: lo stesso di quella biologica solo che in più le coltivazioni vengono fatte in momenti precisi coincidenti con fasi astrali precise che fanno crescere quanto serve, cioè o le radici o le foglie o i fiori o i frutti; in più si prepara il compost che è un arricchimento del terreno fatto da foglie e altri prodotti organici non usati che vengono fatti fermentare per produrre bios e nutrienti per la terra; in più si preparano macerati specifici per combattere infestanti

 

 

Continua a leggere

Annunci