La frutta esotica del Peru’

Il Peru’ grazie alla grande varieta’ di climi offre una grande scelta di frutta che in tante altre parti del mondo non cresce, ma che grazie alle sue famose propreita’ oggi incomincia ad essere presente sul mercato dei paesi “sviluppati”.

Alcune proprieta’ di questi frutti erano gia’ note anticamente agli Inca, mentre al giorno d’oggi nuove ricerche stanno confermando i grandi benefici che possono apportare se assunti regolarmente nella dieta quotidiana giovando alla salute e nella maggior parte dei casi anche essendo una gioia per il nostro palato.

LUCUMA –> Una volta conosciuta come l’Oro degli Incas, questo frutto di origine andina, veniva gia’ anticamente utilizzata durante alcune celebrazioni. Oggi attraverso ricerche scientifiche si e’ scoperto che, oltre ad avere un buonossimo sapore dolce ( viene utilizzata anche nella produzione di gelati,  altri dolci o e’ piu’ facilmente reperibile negli altri paesi essiccata ),

images                  download (3)              download

possiede molte sostanze che beneficiano alla nostra salute ed al nostro umore. La lucuma infatti contiene una grande quantita’ di niacina utile nel processo di produzione di energia ed efficace contro la depressione. La niacina apporta benefici nelle malattie cardiovascolari e nell’obesita‘. Nella lucuma sono presenti anche ferro, carotene e fibre. La crema di questo frutto viene anche utilizzata per uso esterno nella cura di herpes e verruche.

MARACUYA –> Detto anche il frutto della passione, prende questo nome non tanto per le proprieta’ afrodisiache, ma per la somiglianza della corolla del fiore con la corona di spine di Gesu’.

images (1)       download (1)            download (2)

Questo frutto e’ prevalentemente composto da acqua, ma contiene anche molte vitamine A, C, B2, B3, K ed E e in piccola parte sali minerali quali potassio, magnesio, fosforo, sodio, ferro e zinco. La maracuya ha proprieta’ antiossidanti e antiinfiammatori. Inoltre grazie alla presenza del carotene risulta essere utile nella protezione della pelle, oltre che giovare agli inestetismi cutanei come la cellulite. Viene utilizzata anche per apportare benefici dei casi di coliti e gastriti oltre che favorire la regolarita’ intestinale. Il frutto risulta buonissimo mangiato fresco, ma puo’ essere utilizzato anche nella preparazione di dolci e gelati, oltre che nella produzione di prodotti per la pulizia del corpo.

TAMARILLO –> Appartenente alla famiglia delle solanacee come il fratello pomodoro, questo frutto e’ originario del sud america e gia’ conosciuto dagli Inca come il pomodoro d’albero.

Continua a leggere

Un giorno a Cusco

Cusco, che in lingua quechua significa l’ombelico del mondo, rimane in cuore pulsante del Peru’ per una serie di motivi.

download (1)

Cusco infatti offre molto da scoprire sia nella citta’ di per se’, che nei suoi dintorni, facendo cosi’ da base per diverse escursioni giornaliere o di piu’ lunga durata. ( I dintorni di Cusco, clicca qui ) ( Inca Trial e Machu Picchu, clicca qui ).

Se il tempo e’ poco o avete voglia di dedicare piu’ tempo ai siti nei dintorni che alla cittadina stessa, ecco cosa vi consigliamo di non perdere a Cusco.

UNA GIORNO A CUSCO

Appena svegliati non potrete che recarvi al mercato di San Pedro

download (2)

nel centro cittadino, dove si puo’ entrare in contatto con la quotidianita’ peruviana ed entrare nei ritmi e abitudini del luogo. In questo mercato coperto vengono venduti in special modo generi alimentari come formaggi, frutta e verdura, ma viene anche utilizzato come luogo per rifocillarsi sia per la colazione che per il pranzo. Infatti un’area del mercato e’ occupata da piccole bancarelle che preparano frullati con diversi tipi di frutta, che probabilmente la maggior parte di noi non ha mai sentito nominare ( scopri la frutta esotica ed i suoi benefici, clica qui ), ne potrete trovare di salutari come quelli preparati con il maca , il noni

images

o la guanabana, o quelli molto gustosi preparati con la lucuma,

download (3)

chirimoya o la maracuya; un’altra parte del mercato e’ dedicata all’area pranzo dove vengono preparati piatti tipici del luogo, principalmente a base di carne, come il caldo de galina ( brodo di gallina ).

E’ d’obbligo poi una passeggiata nel fulcro  della citta’ tra Plaza des Armas,

Continua a leggere

Perù: i nostri consigli su cosa visitare

Quando si sente parlare del Perù si pensa subito a Matchu Picchu, le linee di Nazca, il lago Titicaca e l’antica cultura Inca, ma il Perù non è solo questo.

Vi porteremo nell’itinerario che abbiamo effettuato nel Perù del sud!

Tutti i voli internazionali in Perù arrivano a Lima, la capitale del paese.

Abbiamo potuto conoscere i due lati di Lima ( un giorno a Lima, clicca qui ) , la parte turistica

images (2)

e quella no,

images (3)

grazie ad una cara amica peruviana che ci ha ospitato e coinvolto con la sua famiglia nella vita locale.

Una delle cose che più ci ha colpito di Lima sono stati i mercati dove venivano vendute piante medicinali come la Una de Gato o l’Ayahuasca ( utilizzata per rituali sciamanici ), parti di serpenti o diversi animali che vengono utilizzati da los curadores ( se vuoi sapere di più a riguardo de los curanderos, clicca qui ), ma anche frutta o tuberi con proprietà poco conosciute in Europa come il maca ( se vuoi scoprire le proprietà del maca, clicca qui ) ed il noni, che sono integrati nella normale alimentazione del luogo.

La nostra prima tappa dopo Lima è stata Cuzco

cusco

(  un giorno a Cuzco, clicca qui ), dove abbiamo fatto base un paio di giorni per scoprire la cittadina ed i suoi dintorni come il sito archeologico di Pisac, Ollantaytambo, il particolare Moray

images (4)

e saline di Maras ( cosa merita visitare nei dintorni di Cuzco, clicca qui ) ed ovviamente sperimentare una parte del cammino Inca ( Inca Trail e Machu Picchu , clica qui) passando tra piantagioni di caffè, acque termali, paesini tipici ed arrivando ad Aguas Calientes

DSC01186

per la visita del sito archeologico di Machu Picchu.

Continua a leggere