Sikhismo

Il sikhismo, fondato da Guru Nanak nel XV secolo come reazione al sistema delle caste e con l’idea di formare un sincretismo tra la religione indu’ e quella islamica, ha un numero di seguaci stimato intorno ai 16milioni, la maggior parte dei quali provengono dal Punjab.

La parola “sikh” in sanscrito significa discepolo. I sikh seguono  il loro libro, il Sri Guru Granth Sahib, dove all’interno sono costuditi gli insegnamenti dei 10 guru.

IMG_0603

I sikh non credono nel sistema delle caste, non hanno idoli e rituali. Non credono nel bisogno di una vita ascetica per il raggiungimento della liberazione, ma credono che quest’ultima puo’ essere raggiunta vivendo una semplice vita onesta e grazie alla preghiera. Ricchezza ed averi materiali non rappresentano un ostacolo nel loro percorso.

I sikh credono in un unico Dio e poiche’ credono che Dio sia presente in ogni persona, ciascuno e’ uguale di fronte a Dio, indipendentemente dalla razza, nazionalita’ o sesso. Dio e’ onnipresente ed e’ visibile in tutti gli illuminati.

IMG_0451

I sikh hanno alcune caratteristiche che li accomunano: usualmente non dovrebbero tagliarsi barba e capelli, portano il turbante, hanno sempre con se’ un pettine di legno, un pugnale e particolari braccialetti di ferro.

Ai sikh e’ proibita ogni tipo di dipendenza, e non possono mangiare prodotti animali o derivati. Molto comunemente i sikh portano il cognome Singh, che significa leone. Ogni sikh dovrebbe eseguire le preghiere in vari momenti della giornata, e recarsi giornalmente al tempio.

IMG_0444

I sikh sono famosi per le loro doti militari, avendo avuto nella storia piu’ volte ruoli contemporanei nel potere spirituale ed in quello temporale.

Annunci