Perchè scegliere integrale?

Nella società del giorno d’oggi acquista maggior valore ciò che è bello piuttosto di ciò che è sano. Con l’uscita dalla crisi sociale causata dalla seconda guerra mondiale, molte vecchie e sane abitudini sono state messe da parte, mentre nuovi prodotti, che simboleggiavano un stato di benessere economico sono entrati nelle nostre case: i cibi raffinati. Forse per sentirsi più chic, credendo che il pane bianco facesse più bella figura, che lo zucchero candido fosse più “carino e meno “grezzo” di quello integrale, credendo che una mela e una carota senza buccia fossero più eleganti, abbiamo perso nella nostra alimentazione parti di cibi essenziali per la nostra salute. Infatti man mano che i cibi “bianchi” si sono diffusi sulle nostre tavole, le malattie del benessere hanno incominciato a creare sempre più problemi nei paesi ricchi e ormai anche in quelli non.

Quali sono i cibi bianchi e come vengono raffinati?

  • Farina:In vendita esistono vari tipi di farine: la farina 00, la farina 0, la farina 1, la farina 2 e la farina integrale. Le prime tre subiscono un processo di raffinamento, dalla 00 che è la farina più bianca, alla 2 che è la semiintegrale.

farina-integrale

La farina bianca viene ottenuta grazie all’eliminazione della crusca (la parte esterna, costituita di fibre e vitamina B ) e il germe ( nella parte interna, ricco di minerali e vitamine);
cariosside-grano-1
molto spesso per rendere la farina ancora più bianca vengono utilizzati sbiancanti come l’ossido di azoto, l’ossido di cloruro, il nitrosyl etc.. Il processo di raffinamento comporta la perdida dei seguenti nutrienti: quasi la metà degli acidi grassi poliinsaturi, quasi tutte le vitamine, quasi tutto il magnesio, il ferro, il manganese, il fosforo e la metà del calcio e potassio.
 

Continua a leggere

Annunci